Tornare a guardare il cielo!

 

 

Aurora_Borealis_I

Una questione da affrontare è il fatto che il Sole va a riposo per circa un anno, si corica appunto in questi giorni.

Il fisico solare e consigliere per il meteo spaziale  Mauro Messerotti, dell’Osservatorio di Trieste dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), ha spiegato come va concludendosi un ciclo dell’attività magnetica del sole durato 11 anni e per l’appunto l’ultimo sbadiglio solare prima del letargo consisterà in una piccola tempesta geomagnetica di intensità moderata (classe G2, così dicono) che potrà essere ammirata come aurora ai poli.

Non c’è quindi da preoccuparsi se per caso tra domani e dopodomani (15 e 16 febbraio) le telecomunicazioni fossero disturbate, rallentate, fraintese, sospese e poi riprese…considerato poi che tra esseri umani già questo succede frequentemente anche faccia a faccia, sarà preferibile concentrare l’attenzione sulla bellezza delle aurore e lasciare che il sole riposi quanto necessita prima di ricominciare la sua attività.

m.a.s.

 

2 pensieri su “Tornare a guardare il cielo!

  1. Che poesia! Conosci The Astronomy picture of the day? Il sito della Nasa pubblica tutti giorni un’imagine con spiegazione dall’universo. Il Creato è veramente una cosa meravigliosa!

Rispondi